Indice del forum





PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

La pecora nera - di I.Calvino leggetelaaa e' troppo carinaaa
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LIBRI e FUMETTI
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
FORGIONE.M

Moderator
Moderator





Etą: 49
Registrato: 28/06/06 10:58
Messaggi: 311
FORGIONE.M is offline 

Localitą: ROMA
Interessi: LEGGERE, ASCOLTARE MUSICA,PASSEGGIARE, FARE SHOPPING E STARE CON I BAMBINI
Impiego: supplente e baby sitter


MessaggioInviato: Mar Apr 14, 2009 17:47    Oggetto:  La pecora nera - di I.Calvino leggetelaaa e' troppo carinaaa
Descrizione:
Rispondi citando

C'era un paese dove tutti erano ladri.

La notte ogni abitante usciva, e andava a scassinare la casa di un vicino.

Rincasava all'alba, carico, e trovava la casa svaligiata.

E' cosi' tutti vivevano in concordia e senza danno, poiche' l'uno rubava all'altro, e questo a un altro ancora e cosi' via.

Il governo era un'associazione a delinquere, i sudditi frodavano il governo e cosi' la vita proseguiva senza inciampi, non c'erano ne' ricchi, ne' poveri.


Ora, non si sa come accadde, nel paese c'era un uomo onesto.

La sera,invece di uscire per andare a rubare restava in casa e leggeva romanzi. Venivano i ladri, vedevano la luce accesa e non salivano.


Bisogno' fargli comprendere che cosi' non poteva andare..che se lui voleva vivere senza fare niente, non era una buona ragione per non lasciar fare agli altri.

Ogni notte che lui passava in casa, era una famiglia che non mangiava l'indomani.

Cosi', essendo un uomo onesto, di fronte a questo ragionamento non pote' opporsi e prese anche lui ad uscire.

Ma era troppo onesto per andare a rubare.. cosi' usciva la sera si faceva una passeggiata, tornava a casa e la trovava svaligiata.


In meno di una settimana l'uomo onesto si trovo' senza un soldo, senza di che mangiare e con la casa vuota.

Lui si faceva rubare tutto e intanto lui non rubava.. cosi' c'era semre qualcuno che,tornando a casa, trovava la casa intatta,,,quella che lui avrebbe dovuto svaligiare.

Si venne cosi' a creare uno squilibrio. perche' quelli che non venivano derubati si trovarono ad essere piu' ricchi degli altri e a non voler piu' rubare e quelli che andavano in casa dell'uomo onesto la trovavano sempre vuota.cosi' diventano piu' poveri.


Intanto quelli diventati ricchi presero l'abitudine anche loro ad uscire la sera solo per passeggiare ma questo aumento' lo scompiglio perche' furono molti altri che diventarono ricchi e molti altri che diventarono poveri.


I ricchi, videro che a forza di uscire la sera solo per passeggiare sarebbero diventati poveri, cosi' pregarono i poveri di andare a rubare per conto loro.

Si fecero contratti, si stabilirono i salari ma poiche' sempre ladri erano, cercavano di ingannarsi tra di loro.

Ma come sempre accade, i ricchi diventano sempre piu' ricchi e i poveri sempre piu' poveri.


C'erano dei ricchi cosi' ricchi che non avevano piu' bisogno di rubare e di far rubare per continuare ad essere ricchi, Pero' se smettevano di rubare diventano poveri perche' i poveri li derubavano.

Allora pagarono i piu' poveri dei poveri per difendere la roba loro dagli altri poveri, e cosi' istituirono la polizia, e costruirono le carceri.


In pochi anni dopo l'avvenimento dell'uomo onesto non si parlava piu' di rubare o di essere rubati ma solo di ricchi e di poveri; eppure erano sempre tutti ladri.

Di onesti c'era stato solo quel tale, ed era morto subito di fame.

_________________
Per fare un prato ci vuole del trifoglio e un'ape, un trifoglio e un'ape e sogni ad occhi aperti.
E se saran poche le api basteranno i sogni.

E. Dickinson
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Mar Apr 14, 2009 17:47    Oggetto: Adv






Torna in cima
candy73

Most Popular
Most Popular





Etą: 45
Registrato: 05/09/08 23:55
Messaggi: 2929
candy73 is offline 

Localitą: genova
Interessi: nuoto e Eros
Impiego: casalinga


MessaggioInviato: Gio Apr 16, 2009 12:11    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Maria!

Veramente una bella storia..che sembra la realtą Mr. Green ..

se riesco, lo leggo e poi ti dico... ok ..

un abbraccio byebye Romy

_________________
AMARTI E' L'IMMENSO PER ME
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LIBRI e FUMETTI Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





 topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008